I brufoli sono insopportabili ad ogni età: durante l’adolescenza possono comparire in maniera massiva a causa dell’acne giovanile, un’infiammazione cronica del follicolo pilifero e delle ghiandole sebacee, che le induce a produrre tanti piccoli o grandi foruncoli, di solito sul volto o sulla schiena.

Ma, una volta scomparsa l’acne, i brufoli non smettono di manifestarsi anche durante l’età adulta e di solito lo fanno nei momenti meno opportuni, prima di un appuntamento galante o di lavoro o più in generale di un’occasione speciale e molto attesa.

Spuntano lì, nel bel mezzo della fronte o della zona T del viso (quella tra fronte, naso e mento) e ci vuole un bel po’ prima che se ne vadano.

Se anche stamattina vi siete svegliati e avete trovato questa bella sorpresa, prima di disperarvi inutilmente, provate a seguire questi consigli last minute per risolvere la situazione: sono i classici rimedi della nonna, che tutti possiamo adottare in casa, anche all’ultimo secondo.

Poche e semplici mosse per nascondere temporaneamente il ‘nemico’, in attesa che la pelle sfiammi. Seguiteli passo passo e vedrete che nessuno si accorgerà mai di quel brufolo comparso nottetempo.

Sfruttate il calorevapori brufoli

Regola numero uno, da osservare sempre: mai spremere il brufolo con le dita, per evitare di lasciare spiacevoli cicatrici da acne sulla pelle, che durano molto di più rispetto al foruncolo comparso.

Come fare quindi?

Per un’ottima pulizia del viso fai da te, sfruttate le proprietà del calore: il vapore caldo dell’acqua ha il potere di dilatare bene i pori.

Quindi, fatevi una doccia bollente oppure riempite un catino con acqua molto calda, poi avvicinate il viso e lasciate agire il vapore per qualche minuto, o ancora se non avete tempo premete un batuffolo di cotone imbevuto di acqua calda sull’area coperta dal brufolo.

In questo modo, i pori si dilatano e lasciano fuoriuscire il sebo in modo naturale.

Utilizzate il ghiaccioghiaccio brufoli

Il freddo di solito lo si usa per attenuare l’infiammazione e lo stesso vale anche per i brufoli. Però, fate attenzione: non applicate mai il cubetto di ghiaccio direttamente sulla parte lesa, potreste rischiare di bruciare la pelle.

Poggiatelo sempre avvolto in un telo e lasciatelo per qualche minuto. Poi, staccatelo e ripetete l’operazione. Dopo qualche ora, vedrete che l’infiammazione si sarà attenuata.

Applicate il trattamento anti-brufolimaschera brufoli

Appena il brufolo comincia a spurgare, applicate una crema apposita, di solito a base di acido salicilico e glicolico, e lasciatela agire per qualche minuto.

Applicate del succo di limoneLimone brufoli

Per evitare che il brufolo spurghi ancora durante la giornata, applicate sulla ferita del succo di limone, per seccarla e aiutarla a sfiammare prima. Il succo di limone infatti ha la capacità di assorbire il sebo in eccesso per via delle sue proprietà antinfiammatorie.

Utilizzate il cetriolomaschera cetriolo brufoli

Per sfiammare ulteriormente la zona interessata, applicate sul brufolo una fettina di cetriolo, che con il suo contenuto di vitamina C stimola e illumina la pelle.

Se avete tempo, preparate una maschera a base di questo ortaggio: frullatelo e poi applicate la poltiglia su tutto il viso, lasciandola in posa per un quarto d’ora. Poi, risciacquate con abbondante acqua fresca.

Utilizzate i cosmetici adattiCosmetici brufoli

In teoria, dopo queste operazioni, bisognerebbe lasciare la pelle libera di respirare, quindi senza make up, per consentirle di guarire bene e più rapidamente.

Se proprio non potete fare a meno del trucco, ricordatevi di applicare il primer come base (sceglietelo giallo o verde per contrastare il rossore dell’area) e poi il correttore, il più possibile simile al colore della vostra pelle.

Seguite un’alimentazione sana

Una dieta salutare è alla base della buona salute della pelle. Per ridurre al minimo le possibilità di comparsa di queste imperfezioni della pelle, cercate di mangiare tantissima frutta e verdura ed evitare carne e salumi, fritture, latticini, dolciumi e grassi in generale, che non fanno altro che aumentare la produzione di sebo della pelle.