Gli inestetismi della pelle sono una delle maggiori preoccupazioni sia per le donne che per gli uomini, a qualsiasi età: perché vanno a colpire lo strato più superficiale del nostro corpo – la pelle, appunto – minando non solo il nostro aspetto fisico, ma anche l’autostima.

Gli inestetismi della pelle possono manifestarsi con imperfezioni più o meno gravi e spesso sono il risultato del nostro corredo genetico: infatti, la maggior parte di essi sono ereditari e contro questa cosa – questa è la cattiva notizia – nulla o poco si può fare, ma si può rimediare con uno stile di vita sano che comprende una buona alimentazione e attività fisica.

Di seguito, gli inestetismi più frequenti durante l’adolescenza, l’età in cui ogni piccolo problema si amplifica per via di una personalità ancora in costruzione, e il modo più efficace per lenirli e combatterli.

Acne

Acne ereditariaL’acne è uno degli inestetismi della pelle più diffuso nel periodo della pubertà. Consiste in foruncoli e brufoli di piccola-media grandezza, che compaiono nella cosiddetta zona T, ovvero su fronte, naso e mento, di solito scomparendo dopo pochi giorni e senza lasciare cicatrici (a patto che non ci si gratti).

L’acne non è ereditaria, anche se può esserci una certa predisposizione familiare, ma il fatto che i genitori ne abbiano sofferto in adolescenza non è sinonimo di sicura comparsa nella prole.

Per combatterla del tutto, bisogna solo aspettare che passi il periodo della pubertà, ma nel frattempo si possono adottare piccoli accorgimenti per uno stile di vita migliore e più sano:

  • innanzitutto bisogna seguire un’alimentazione con tanta frutta e verdura;
  • bere i canonici 2 litri di acqua al giorno
  • quando ci si lava la faccia, è raccomandato l’uso di un detergente delicato.
  • infine un consiglio alle ragazze che si truccano: ricordatevi di struccarvi sempre prima di coricarvi.

E se purtroppo l’acne ha già lasciato qualche segno, provate ad applicare Bio-Oil: contiene vitamina E che rigenera le cellule, idrata la pelle e migliora l’aspetto delle cicatrici.

Couperose

Arrossite spesso? Siete soggetti alla couperose, o rosacea, malattia infiammatoria cronica della pelle dovuta a una vasodilatazione del microcircolo sottoepidermico.

Purtroppo ci sono evidenze cliniche che dimostrano l’ereditarietà della predisposizione alla couperose. Ma per prevenirla e combatterla potete seguire queste semplici regole:

  • evitate gli sbalzi termici, perché facilitano la dilatazione dei vasi sanguigni;
  • evitate di consumare cibi piccanti e speziati e alcolici;
  • evitate di esporvi al sole nelle ore più calde e a fonti di calore, come termosifoni o camini;
  • scegliete con cura detergenti e cosmetici che siano decongestionanti per diminuire l’infiammazione.

CelluliteCellulite ereditaria

La cellulite è l’inestetismo della pelle forse più temuto dalle donne: la pelle, soprattutto quella delle cosce, presenta l’effetto ‘buccia d’arancia’, derivante da una cattiva circolazione, un’accentuata ritenzione idrica e dalla presenza di liquido fra gli spazi intercellulari.

La buona notizia è che pare non sia ereditaria: molti soggetti sono più predisposti rispetto ad altri, ma il Dna non c’entra niente. E allora come mai si presenta?

Il responsabile numero uno è uno scorretto stile di vita: in particolare a esacerbare questo inestetismo sono lo stress, il caffè, il fumo, l’alcool e un’alimentazione sbagliata, ma non solo: anche l’abbigliamento può influire negativamente, come un paio di jeans troppo stretti o i tacchi alti.

Come combatterla? Innanzitutto, bevendo molta acqua, consumando tantissima frutta e verdura e facendo regolare attività fisica.

SmagliatureInestetismi della pelle cosa sono

Le smagliature sono delle sottili lesioni della pelle, simili a delle striature, dei piccoli strappi, frequenti soprattutto nelle donne, in particolare nel periodo della gravidanza e della pubertà, quando sono comuni i cambi repentini di peso e la crescita veloce di alcune parti del corpo.

Oltre a queste cause, un’altra delle motivazioni per cui compaiono è l’ereditarietà.

Combatterle si può, soprattutto all’inizio della loro comparsa, quando sono ancora di colore rosso o violaceo, ma al giorno d’oggi un trattamento che le faccia scomparire del tutto ancora non esiste.

Oltre a rivolgersi ad un bravo medico dermatologo per capire insieme qual è la migliore soluzione per contrastarle, si può cominciare a farlo, seguendo alcune buone abitudini:

  • un’alimentazione sana e ricca di vitamine e proteine e almeno 2 litri d’acqua al giorno;
  • praticare con costanza attività fisica: sono molto consigliati il nuoto e la bicicletta;
  • massaggi per migliorare la circolazione vascolare;
  • applicare quotidianamente, ancor meglio se dopo la doccia sulla pelle umida, un prodotto idratante, come Bio-Oil, che renda la pelle elastica e morbida, riduca l’infiammazione associata alla formazione delle smagliature e ne prevenga la comparsa.