Le strategie giuste per ottenere una pelle dorata, ma sana e senza rughe

Sono finiti i tempi consacrati all’abbronzatura selvaggia e al colore scuro a tutti i costi.

Oggi, fortunatamente, assistiamo a una maggiore consapevolezza riguardo ai danni provocati dal sole alla pelle.

Danni a breve termine, come scottature ed eritemi, e danni sul lungo periodo, dalle rughe e macchie sino al rischio melanoma.

Il sole, però, può non essere un nemico: è, infatti, possibile conquistare un colorito dorato e omogeneo senza provocare danni a alterazioni a carico delle cellule epiteliali.

Limportante è seguire alcune regole fondamentali e adottare uno stile di vita che rinforzi la protezione naturale della pelle, contrastando l’azione deleteria dei radicali liberi.

La preparazione

ragazza a bordo piscina mangia della frutta per favorire abbronzatura

Innanzitutto, può essere utile iniziare a preparare la pelle all’esposizione solare con anticipo.

Come?

Attraverso una dieta ricchissima di antiossidanti naturali, capaci di attivare le difese dell’epidermide in modo efficace.

E abbondando con alimenti fonte di acidi grassi essenziali (Omega 3), in grado di idratare in profondità la cute mantenendola in salute ed elastica.

I cibi da preferire sono, dunque:

  • vegetali di stagione (soprattutto frutti rossi e arancioni, ortaggi arancio o a foglia verde)
  • frutta secca
  • olio EVO
  • semi oleosi (di lino e di girasole)
  • pesce azzurro

Oltre alla dieta, si può puntare anche su un’integrazione di antiossidanti qualora non si fosse sicuri di riuscire a seguire un’alimentazione completa e ricca di nutrienti anti-age.

La pelle va però preparata anche dallesterno: idratazione e nutrimento costanti sono una garanzia per renderla elastica e resistente.

Dopo ogni doccia, quindi, è molto utile praticare un massaggio con un olio multifunzione come BioOil, ideale per nutrire e preparare la pelle alla bella stagione e alle giornate all’aria aperta.

La sua formulazione, infatti, potenzia lelasticità della cute e la preserva dalla formazione di rughe, strie e macchie scure.

La protezione

crema solare per abbronzatura perfetta

Al sole sì, ma solo con la protezione adeguata. E questa regola vale anche in città e persino durante la stagione invernale, quando il sole fatica a fare capolino.

Ormai in commercio non esistono più le creme solari dalla protezione definita “totale” poiché non esiste una schermatura totale dai raggi del sole.

Sono, invece, presenti ed efficaci le creme con protezione 50 Spf, consigliate sempre e anche se si è già scure di carnagione.

Il filtro protettivo, infatti, non impedisce di abbronzarsi ma blocca, invece, i raggi dannosi per le cellule della nostra pelle.

L’abbronzatura sarà più graduale ma durerà anche un tempo maggiore, grazie alla protezione e all’idratazione garantita dalla crema solare. Ma, soprattutto, sarà un’abbronzatura senza danni, senza rughe e senza macchie.

Si consiglia di utilizzare una crema differente per viso e corpo e di scegliere il prodotto più adatto alla tipologia di pelle (secca, mista, matura, acneica) e alle abitudini personali. .

Anche se la scelta ricade su una crema waterproof, è comunque necessario ripetere l’applicazione del prodotto dopo ogni bagno e più volte al giorno (anche con il sudore, infatti, la crema viene eliminata dalla pelle).

Infine, è meglio spalmare creme e oli solari mezz’ora prima dell’esposizione solare, in modo che siano ben assorbiti dall’epidermide.

Senza dimenticarsi di proteggere le labbra con un apposito stick e il contorno occhi con un paio di occhiali da sole di qualità.

No alle ore centrali

Quando esporsi al sole (sempre con la crema solare)?

Sono assolutamente vietate le ore centrali della giornata (11.30-16.30) poiché in questi orari i raggi solari arrivano perpendicolari e colpiscono così in profondità le cellule della pelle.

Nei momenti off limits, dunque, si consigliano l’ombra, una buona idratazione e magari anche una bella siesta (che rigenera la cute e lo spirito).

Dopo il sole

olio per detergere la pelle dopo la tintarella

Molto importante è anche il rituale beauty che segue l’esposizione al sole.

È sempre necessario detergere la pelle (eliminando residui di crema, sabbia, cloro, salsedine e sudore) con un prodotto che non contenga tensioattivi ma che, al contrario, contribuisca a reidratare.

Alla detersione, meglio se con doccia, deve seguire un massaggio nutriente con un prodotto idratante.

In tal senso, è perfetto anche un olio che contenga attivi lenitivi e rigeneranti.

BioOil è il nutrimento ideale dopo una giornata trascorsa al mare, in piscina o nellafa urbana.

La sua formulazione, infatti, dona alla pelle una perfetta idratazione e calma eventuali irritazioni causate da agenti esterni.