Allattare è molto faticoso: non tutti sanno infatti che, avviare un processo che sembrerebbe tanto naturale come quello dell’allattamento e riuscire a portarlo avanti, non è a tutti gli effetti così semplice. L’inizio è il momento più duro: la mamma è stanca e provata dal parto, in ospedale non sempre viene aiutata e confortata, manca il sostegno e la comprensione, alcune volte anche della stessa famiglia.

Allattare infatti significa dedicarsi al proprio bebè con anima e corpo, non allontanandosi mai troppo, soprattutto nei primi mesi, e passando attraverso momenti di difficoltà. Ma una volta avviato, l’allattamento diventa un’esperienza indimenticabile, sia per la mamma che per il piccolo.

In questo periodo la mamma deve prendersi cura di sé, perché le richieste energetiche aumentano, persino più che durante la gravidanza! Un’alimentazione corretta è necessaria. Ecco qualche buona regola da seguire.

Bere tanto

Se due litri di acqua al giorno vi sembrano tanti, durante l’allattamento dovrete aumentare ancor di più la dose di liquidi. Non preoccupatevi, ne sentirete l’esigenza: tenete a fianco a voi una bottiglia d’acqua ogni volta che allattate il vostro bimbo e sorseggiatela con calma. L’85% della composizione del latte è acqua, quindi il fabbisogno idrico della mamma aumenta. Serve una buona idratazione. Non sostituite l’acqua con succhi o bevande zuccherate, bene invece le tisane, non zuccherate.

Alimentazione in allattamento al seno

Mangiare in maniera varia

Produrre il latte richiede energie e un aumento del fabbisogno di proteine, calcio, vitamina B12 (indispensabile per lo sviluppo neurologico del bambino!), iodio, zinco, rame, vitamina B6, vitamina C e A. Se siete vegetariane o vegane chiedete al vostro medico di sostenervi in questa fase delicata: se voi avete delle mancanze le avrà anche il bambino, perché la composizione del latte varierà in base alla vostra alimentazione. Importantissimo è dunque mangiare in maniera equilibrata e bilanciata.
alimentazione corretta durante l'allattamento

Sì agli spuntini

La fame, lo noterete, in allattamento aumenta: via libera quindi a uno spuntino di metà mattina e a una merenda nel pomeriggio. Evitate se possibile dolci e zuccheri, via libera però ai carboidrati, meglio se integrali, e a frutta e verdura.

Spuntini durante allattamento

Ogni giorno frutta e verdura

A questo proposito, il consiglio è quello di consumare ogni giorno frutta e verdura in due porzioni almeno, scegliendo sempre prodotti freschi e possibilmente di stagione. Non esagerate con le cotture: la verdura cruda, o al vapore, mantiene il massimo dei suoi elementi nutritivi. Mangiare bene vi aiuterà anche a sentirvi meno stanche.

Allattamento frutta

Più pesce!

Diversi studi dimostrano che gli acidi Omega 3 di cui il pesce (soprattutto quello azzurro) è ricco, sono una fonte importante per lo sviluppo del sistema nervoso del neonato. Addirittura sembra che i bambini le cui mamme hanno assunto durante l’allattamento più di 340 grammi di pesce alla settimana abbiano mostrato di avere un migliore quoziente intellettivo.

allattamento-omega-3

Limitare caffè e alcolici

Un bicchiere di vino non ha mai fatto male a nessuno, ma non bisogna eccedere in allattamento. Se ve lo steste chiedendo, l’idea che la birra aumenti la produzione di latte è una bufala! Consumo limitato anche per il caffè, che ha un effetto stimolante sul sistema nervoso. La caffeina che passa attraverso il latte è davvero minima, ma meglio evitare di berne oltre le due tazzine al giorno. Via libera a decaffeinato o caffè d’orzo.

Caffe durante allattamento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi