Le dolci cure per prevenire e trattare (davvero) le smagliature

Le smagliature sono uno degli inestetismi più comuni e possono comparire indipendentemente dal sovrappeso o da altri fattori inerenti alla forma fisica.

La smagliatura, o stria atrofica, è infatti una sorta di vero e proprio strappo della cute a livello del derma e si manifesta con un’antiestetica riga sulla pelle, inizialmente in rilievo e di colore rosa-violaceo.

Quando le smagliature hanno questa tonalità, si è ancora in tempo per trattarle molto efficacemente, ma la prevenzione resta comunque la prima carta da giocare.

Qual è il tipo di epidermide più a rischio di smagliature?

Iniziamo, precisando che, contrariamente a quanto si possa pensare, le smagliature affliggono anche gli uomini e le donne sottopeso.

La pelle più soggetta al problema è quella poco elastica, secca, fragile, provata da dimagrimenti o aumenti di peso repentini (fasi dette “a yo yo”), stressata dagli sbalzi ormonali e dalla gravidanza, non curata a sufficienza.

La prevenzione è il miglior rimedio

Prevenire le smagliature si può anche grazie all’uso di rimedi naturali molto efficaci, perché in grado di agire proprio sull’elasticità della pelle.

Innanzitutto, la strategia naturale anti-smagliature prevede l’uso di oli di origine vegetale che riescano a idratare a fondo la cute, rendendola più resistente ed elastica.

oli naturali contro le smagliature

Gli oli più efficaci per combattere le smagliature

Tra questi oli, sono da preferire quelli di camomilla, calendula, lavanda e rosmarino.

I fiori di camomilla sono antinfimamatori naturali che vanno, quindi, a diminuire la congestione localizzata a livello della smagliatura. Così come la calendula vanta proprietà elasticizzanti e cicatrizzanti, in grado di agire alla base dell’inestetismo.

La lavanda e il rosmarino, oltre a lenire eventuali fastidi della cute, stimolano il microcircolo e favoriscono la regressione delle striae.

Infine, ricordiamo che gli oli vegetali sono ricchissimi di vitamina E e di acidi grassi essenziali, altrimenti detti Omega 3.

Questi ultimi sono indispensabili affinché la pelle si mantenga tonica, resistendo all’azione dei radicali liberi e a eventuali variazioni di peso corporeo.

Quale olio?

Gli oli vegetali naturali andrebbero utilizzati tutti insieme, sapientemente dosati.

Un olio all in one, perfettamente assorbibile dalla cute, diventa dunque il prodotto must have per l’idratazione quotidiana (dopo il bagno o la doccia), per il massaggio delle zone a rischio in gravidanza (in primis, l’addome e i fianchi), e in tutti quei casi in cui è in corso o si prevede una variazione ponderale con conseguente stress per la pelle.

Un prodotto come Bio-Oil, grazie alla sua esclusiva formulazione, riesce a penetrare nella cute e a esercitare i suoi effetti benefici (elasticizzanti, idratanti, riparatori e lenitivi) a breve e a lungo termine.

Il risultato è un’epidermide immediatamente più nutrita ed elastica, più tonica.

Ma non solo: le smagliature già esistenti, grazie a un’applicazione costante, regrediscono e appaiono meno visibili.

applicazione oli naturali contro le smagliature

Applicazione

I rimedi naturali funzionano in modo eccezionale per il trattamento delle smagliature, perché affini alla pelle e non aggressivi sull’equilibrio idro-lipidico della cute.

Ma, per ottenere risultati tangibili e una riduzione visibile dell’inestetismo, è essenziale essere costanti e applicarli correttamente.

Gli oli vegetali anti-smagliature vanno massaggiati sulla pelle sempre dopo il bagno o la doccia, lasciando la cute lievemente umida. Per evitare di seccare l’epidermide durante la detersione, lasciando quindi terreno fertile alle smagliature, si consiglia di applicare l’olio anche prima del bagno.

È importante scegliere prodotti dalle formulazioni non occlusive ma che riescano a trattenere a lungo l’idratazione negli strati più profondi della cute.

Una pelle adeguatamente trattata e protetta sarà, quindi, meno soggetta a strappi e a cicatrici post-smagliatura.

Per potenziare la strategia anti-smagliature, sono consigliati anche integratori di olio di germe di grano e di Omega 3 (come i semi di lino), entrambi molto efficaci nel mantenere il giusto livello di idratazione della cute dall’interno.

6 rimedi naturali per ridurre il disturbo

Nell’affrontare questo problema, non ti scordare mai una cosa: le smagliature sono cicatrici e come tali devono essere trattate.

Diffida sempre da chi ti consiglia interventi invasivi di chirurgia come unica alternativa. Le alternative ci sono e funzionano.

Accanto a trattamenti invasivi e costosi, come laser o iniezioni di acido ialuronico (molto dolorose, credimi), esistono rimedi molto meno invasivi per la cura delle smagliature, anche se in stadio avanzato.

Sono tutti ottimi rimedi per donare super elasticità e morbidezza alla pelle, due fattori essenziali per combattere e prevenire le smagliature. Ma non costituiscono, ancora, un rimedio completo a questo problema.

Nello specifico, ecco 6 prodotti naturali che possono fare al caso tuo.

#1 Burro di karitè

Uno tra i rimedi più utilizzati per eliminare le smagliature dato che ammorbidisce e migliora l’aspetto della pelle. Usato ogni giorno dopo la doccia, sui punti critici, può risultare un vero alleato nella lotta a queste cicatrici.

#2 Olio di mandorle dolci

Efficace contro le smagliature perché ricco di vitamina E, che aiuta la pelle a mantenersi elastica e giovane.

Applicalo, quotidianamente, in piccole gocce sulle smagliature e, soprattutto, usalo nei massaggi poiché molto rilassante.

#3 Gel d’aloe vera

L’aloe funziona bene su tutte le cicatrici, seppure abbia un potere limitato nella lotta contro le smagliature. Di certo, però, utilizzato quotidianamente, regala alla pelle maggiore elasticità evitando la formazione di nuove smagliature.

#4 Olio di semi di lino

Un altro olio considerato efficace nel combattere le smagliature, perché aiuta la pelle a rinforzarsi e produrre collagene.

L’olio di semi di lino, oltre che direttamente sulle cicatrici, può essere utilizzato come alimentare naturale, in sostituzione di altri oli utilizzati come condimento (anche se il gusto non è granché devo ammetterlo).

#5 Olio di cocco

L’olio di cocco ha eccezionali proprietà emollienti e potete utilizzarlo sia per la prevenzione che per la cura delle smagliature.

PS ? In inverno, l’olio tende a solidificarsi ma basterà scaldarlo un po’.

#6 Olio di lavanda

Un classico poco conosciuto per eliminare le smagliature, l’olio di lavanda ha grandi proprietà cicatrizzanti e tonificanti, ne basterà qualche goccia sui punti critici e un bel massaggio per ammorbidire subito le cicatrici.

Rimedi e trattamenti invasivi (e non) per lenire le smagliature

Quando il gioco si fa duro e ci si trova a combattere con strie bianche profonde e ormai datate, l’unica soluzione possibile per avere di nuovo una pelle liscia e levigata, anche se non del tutto perfetta, è un trattamento di medicina estetica.

Naturalmente, esistono diversi trattamenti, alcuni più invasivi di altri, qualcuno più efficace e qualcun altro più costoso. Perciò, scopriamoli nel dettaglio, partendo da quelli meno invasivi.

Ginnastica passiva e peeling chimico

La ginnastica passiva consiste nell’applicare una serie di elettrodi sulle zone colpite da smagliature per restituire tonicità alla pelle, mentre il peeling chimico aiuta a esfoliare la cute che è stimolata a rigenerarsi attraverso l’uso di sostanze chimiche.

Massaggio subdermico

Questa tecnica consiste nell’effettuare un massaggio profondo con una particolare testina che, applicando un vuoto potente, permette di stimolare la produzione delle cellule connettive.

Per ottenere i primi risultati è però necessario sottoporsi a svariate sedute.

Biodermogenesi

La biodermogenesi è una tecnica che stimola la ripigmentazione della smagliatura e incentiva la riproduzione cellulare e delle fibre di collagene al fine di riportare la smagliatura al livello della pelle circostante.

Microdermoabrasione

Questa tecnica si basa sull’utilizzo di una piccola sabbiatrice che, sparando microcristalli di alluminio lungo tutta la smagliatura, effettua un peeling profondo, ma estremamente preciso e mirato, atto a favorire l’esfoliazione della cute e a rimuovere le cellule morte dal derma.

In questo modo, stimolando la rigenerazione delle cellule cutanee, la pelle diventa più morbida ed elastica e dopo diversi trattamenti le smagliature appaiono meno accentuate e visibili.

Laserterapia

Fra le tecniche mini-invasive destinate alla cura delle smagliature, la laserterapia è sicuramente quella più gettonata anche perché permette di scegliere tra diversi trattamenti.

Qui ne vedremo tre che comunque, pur riducendo la profondità delle smagliature, non eliminano del tutto il problema.

Il laser a colorante pulsato stimola la crescita dei fibroblasti al fine di aumentare la produzione di collagene ed elastina nel derma, senza bruciare l’epidermide e lasciare segni da calore sulla pelle.

La fototermolisi frazionale è un’altra tecnica in grado di incrementare la produzione delle proteine cutanee attraverso micro-fasci di luce laser che, diversamente dal precedente trattamento, provocano delle piccolissime abrasioni invisibili a occhio nudo.

Il laser ad eccimeri invece non stimola la crescita di collagene ed elastina ma incentiva, attraverso radiazioni ultraviolette, la naturale produzione di melanina e conferisce alla smagliatura una colorazione più simile alla pelle circostante, rivelandosi utile in caso di smagliature bianche.

Ovviamente tutti questi trattamenti sono poco adatti a chi ha la carnagione scura, poiché potrebbero causare iperpigmentazione e indurre cambiamenti della pelle.

Mesoterapia e microchirurgia

Altre due tecniche utilizzate sono la mesoterapia e la microchirurgia.

La prima consiste in iniezioni di sostanze rivitalizzanti, come i poliribonucleotidi e l’acido ialuronico, che stimolano la rigenerazione del tessuto cutaneo, mentre la seconda consiste nell’asportazione delle smagliature attraverso microincisioni che non lasciano cicatrici visibili sulla pelle.

Tuttavia, prima di ricorrere a qualsiasi trattamento estetico per l’attenuazione o l’eliminazione delle smagliature, è importante consultare il proprio dermatologo che potrà consigliarti il trattamento più adatto al tuo caso specifico.

Dopodiché, assicurati di rivolgerti sempre a centri specializzati con personale qualificato, poiché la sicurezza non è mai abbastanza.

Infine, tieni bene a mente che il successo di qualsiasi trattamento cui ti sottoporrai sarà sempre influenzato dal tono della pelle, dall’età e dal tuo stile di vita.